… Salva Cremasco fritto e zucca

… periodo di zucca … oggi vi voglio riproporre questa ricetta che la nostra JV ha ideato tempo fa … con una variante, l’aggiunta alla fine di speck croccante che ne esalta il sapore una ricetta da leccarsi i baffi!!! Tante volte anche nella cucina è “l’unione che da la forza” … !!!

Salva Cremasco fritto e crema di zucca mantovanaimg_20170211_235155_991
Ingredienti per 4 persone:

  • 1/2 kg di zucca mantovana
  • 1 cipolla bianca piccola
  • 1/2 kg di formaggio ‘Salva Cremasco’
  • Speck a pezzetti
  • sale, pepe, olio evo
  • x impanare i ‘cubotti’ di Salva: farina 0, 1 uovo, pan grattato.
  • olio di mais per friggere

Procedimento:

Tagliare la cipolla finemente e stufare in una casseruola con un filo d’olio, aggiungere la zucca a pezzi grossolani, far insaporire con sale e pepe, ricoprire il tutto con dell’acqua calda e cuocere finché la zucca sarà morbida. Frullare e la crema è pronta!!!! Preparare i ‘cubotti di Salva Cremasco’, impanare passando il formaggio prima nella farina, poi nell’uovo sbattuto, poi nel pan grattato insaporito con sale e pepe. Ripetere in questo ordine per due volte, così si impedisce al formaggio di fuoriuscire durante la frittura. Friggere i ‘cubotti’ in abbondante olio per alcuni minuti, finché saranno dorati. Impiattare con pezzettini di speck precedentemente saltato in padella per renderlo croccante. JV consiglia di mettere in freezer i cubotti di Salva Cremasco per almeno 2 ore e di friggerli ancora congelati……provare per credere!!!

Il Salva Cremasco è un formaggio molle da tavola a pasta cruda, prodotto esclusivamente con latte di vacca intero, a crosta lavata, con stagionatura minima di 75 giorni. La zona di produzione del Salva Cremasco comprende l’intero territorio delle province di Bergamo, Brescia, Cremona, Lecco, Lodi e Milano, all’interno della quale devono avvenire tutte le operazioni di produzione del latte, caseificazione e stagionatura.