… Penne al pesto con pomodorini confit

Ecco questa ragazza mi stupisce sempre!!! con l’ultimo basilico raccolta da JV nel suo orto aromatico ha dato luce al famoso pesto alla genovese … lei lo prepara e poi lo surgela per poterlo gustare anche in pieno inverno … Oggi ci ha preparato le sue penne al pesto … nonostante non fosse fresco di raccolta il pesto emanava un profumo di estate …. buonissimo!!!

Penne al pesto 20181203_19405824280594.jpg

Ingredienti:

  • pasta formato corto tipo penne
  • pesto alla genovese di JV
  • pomodori confit
  • sale, pepe, olio evo

Procedimento:

Una volta che la pasta è pronta, scolarla e condirla con il pesto (JV lo prepara in estate con il basilico del suo orto e poi lo surgela per la stagione invernale) e i pomodori confit (trovate la ricetta nello scorso articolo). Servire con un filo d’olio a crudo.

Curiosità. La ricetta del pesto, così come lo conosciamo noi, non ha origini antichissime,  risalendo in effetti alla metà del XIX secolo.  Ma questo condimento può vedere la luce solo se si pensa che la Liguria per tradizione, è la culla delle erbe aromatiche.
L’uso delle erbe aromatiche per i liguri è una tradizione che ha origini nel Medioevo, con abitudini differenti, in base alle categorie sociali: i ricchi condivano i loro banchetti con spezie ricercate, mentre i poveri la usavano insaporire minestre non troppo saporite. 
Questa antica tradizione sembra abbia dato origine al pesto, condimento freddo ottenuto dal basilico, in dialetto Baxaicò e Baxeicò (dal latino basilicum). Questa pianta, di origine araba, vanta  un curioso nome botanico:  Ocimum basilicum, letteralmente erba regale.