… Tortino di zucca su fonduta di zola con speck croccante

Jessica come ho accennato all’inizio della sua storia, lavora per una associazione agricoltori e qualche volta gli portano in regalo prodotti della loro campagna … oggi le hanno regalato una bellissima zucca … La zucca è dolce ma non ingrassa. E’ ipocalorica, ma sazia a volontà. E’ ottima come antipasto, ma anche come dessert. Vuota e piena, pesante e leggera, estiva o invernale, ornamentale o commestibile, la zucca è un vegetale eclettico. La si può gustare a tavola, ammirare nelle tele dei pittori o nelle forme decorative di fantasiosi artigiani, si può fare fioriere e zuppiere … e nella nostra bassa padana la zucca è di casa!!! Oggi JV la cucinata per noi aggiungiendo una nota croccante per dare più sapore al piatto …

Tortino di zucca su fonduta di zola con speck croccante

20181027_2017311267393295.jpg

Ingredienti per 8 persone:

  • 300 gr zucca (JV preferisce quella mantovana)
  • 100 gr di grana grattugiato
  • 6 scalogno
  • 4 uova
  • 1 hg speck a fette
  • 200 ml di panna
  • burro, sale, pepe, pan grattato q.b.
  • x la fonduta: 200 gr di gorgonzola, panna q.b.

Procedimento:

Tagliare e rosolare lo scalogno insieme alla zucca tagliata a cubetti per 5 minuti e aggiungere poca acqua calda o brodo vegetale per ultimare la cottura (circa 10 minuti). Salare e pepare. Preparare in una ciotola un composto di uova, panna e grana, unire la zucca e frullare il tutto. Imburrare gli stampini di alluminio monoporzione, spolverarli con il pan grattato e riempirli con il composto di zucca. Infornare a 190° per circa 25/30 minuti. Nel frattempo preparare la fonduta facendo sciogliere il gorgonzola con un poco di panna. Impiattare il tortino sopra alla fonduta e cospargere con lo speck croccante.

L’origine della zucca è controversa e un po’ incerta. Pensate che quest’ortaggio era conosciuto e coltivato, in varietà diverse, dai popoli più antichi, tra cui gli Egizi, i Romani, gli Arabi e i Greci; questi popoli la importarono con molta probabilità dall’Asia Meridionale, più precisamente dall’India. La sua coltivazione non era solo scopo alimentare, pensate che gli antichi Romani una volta svuotata la polpa e fatta essiccare la zucca la utilizzavano come contenitore per il sale, latte o cereali o addirittura né ricavavano piatti, ciotole, cucchiai e i più fantasiosi né ricavarono persino uno strumento musicale, le maracas sudamericane.

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...